E’ Domenica (23-10-2022) – XXX domenica del tempo ordinario anno c

COMMENTO AL VANGELO – XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Continua, nella XXX Domenica del Tempo Ordinario, la riflessione sul tema della preghiera, iniziata già domenica scorsa. Il brano del Vangelo secondo Luca, tramite la parabola del fariseo e del pubblicano al tempio, mette in luce un altro aspetto necessario della preghiera. Nel brano di domenica scorsa l’accento era stato messo sulla perseveranza, oggi la qualità che viene evidenziata è l’umiltà.
I due protagonisti della parabola si recano entrambi al tempio per pregare, ma lo fanno in maniera completamente diversa. Il fariseo, pieno di sé e presuntuosamente convinto di essere nel giusto e per questo superiore agli altri, prega in piedi, in bella mostra. Il pubblicano, un peccatore, rimane più indietro, con il capo chino. Ma la differenza più importante non è esteriore, è nel contenuto della preghiera che i due uomini elevano a Dio.
Il fariseo non riesce a distaccarsi da quel suo atteggiamento superbo ed orgoglioso, quindi anche la sua preghiera ruota attorno al suo io. Nelle sue parole parla solo di sé e dei suoi meriti, che derivano dall’osservare alla lettera i precetti, senza però esaminare più in profondità la Parola di Dio. Il fariseo si attiene solamente alle formalità esteriori e dimentica completamente la sostanza.
La preghiera del pubblicano è molto più breve, si limita a riconoscere, con cuore sincero, di aver sbagliato e di essere un peccatore; per questo con pentimento chiede perdono a Dio. Sono poche parole, ma sono pronunciate con umiltà e per questo costituiscono una vera preghiera, che giunge efficacemente a Dio. Quello del pubblicano è dunque l’atteggiamento che veramente può mettere in contatto l’uomo con Dio: egli non giudica il prossimo ma riflette sulla propria condizione per cercare di migliorarsi.
Gesù, al termine della parabola, premia infatti l’umile, che sarà sollevato, al contrario di chi ha la presunzione di sentirsi migliore degli altri, che sarà invece umiliato.

RICOMINCIA IL CATECHISMO !!

Riprendiamo il cammino di catechesi con tanta voglia di stare insieme perché sia bello riscoprire i segni della speranza. Quindi buon inizio ai catechisti che possano avere sempre nel “santuario” della loro vita la forza della presenza di Dio, che è pazienza di educare alla fede, che è mitezza nell’accostarsi alla Parola, che è saggezza e soprattutto sapienza nell’essere artigiani di relazioni solidali e solleciti verso la fragilità umana. Un augurio ai genitori che possano trovare il coraggio di fermarsi di fronte al dono della vita dei figli per permettere che le radici della loro vita diventino robustezza di Dio. Sappiate, genitori, aprire anche voi la porta dell’incontro con Dio, che dona forza e speranza per voi nei vostri figli. Einstain diceva alla sua cara figlia che la vera equazione dell’energia della vita è amare, che è l’unica energia pulita dell’esistenza umana. Gli fa eco S. Agostino secoli prima “ama e fa ciò che vuoi”. Siate nei limiti delle fragilità dell’umano generatori sempre accesi dell’amore. Un augurio di buon cammino ai nostri bambini, ragazzi e giovani affinché con libertà possano toccare lo stupore della fede aprendo gli occhi alle cose semplici della vita e riscoprendo la gioia, il sorriso di camminare insieme. Un augurio anche ai nostri pastori che possano sempre trasmetterci l’entusiasmo genuino della buona notizia… E un augurio a tutta la comunità che genera nella fede i figli della nuova luce, dove le minacce della guerra, del dolore, della morte e della malattia non possono rapire la nostra speranza. Allora sarà un anno nuovo, un vino nuovo in otri nuove per sentire insieme il profumo di Dio che consola ogni lacrima dell’indifferenza, della solitudine e della tristezza. Sia un anno dove il sole del nostro entusiasmo ci fa cantare nelle vie di questa vita: Annunceremo che tu sei verità sopra i tetti della nostra città (https://youtu.be/W4YcsOAAmfA). Sappiamoci far stupire da Dio! a tutti buon anno catechistico!

AVVISI

Domenica 23 – Oggi è la Giornata Missionaria Mondiale , le offerte saranno devolute alle missioni.
festa inizio catechismo nel pomeriggio al Parco degli Sterpeti( vedi locandina qui di lato)
Lunedì 24 – 21 al Don Bosco Consiglio Pastorale della Comunità Parrocchiale
Martedì 25 – alle 21 in canonica a Massarosa incontro sulla Parola di Dio della domenica.
Mercoledì 26 – a Bozzano alle 20,30 prove Cresima
Giovedì 27 – a Massarosa alle 20,30 prove Cresima
Sabato 29 – alle 18,30 a Bozzano festa della dedicazione della Chiesa di Bozzano
Domenica 30 – a Bozzano alle 9,30 Cresime.
A Massarosa alle 11,30 Cresime. Le altre messe agli orari consueti.

Misericordia di Piano del Quercione
Il giorno 30 ottobre la Misericordia organizza la ‘festa del ciclamino’. I fiori saranno offerti al mattino sul piazzale della chiesa di Piano del Quercione. Il ricavato sarà devoluto a famiglie bisognose.

2022 23 OTTOBRE 2022 – clicca sopra per leggere il foglietto della domenica in formato pdf

Coloro che nella comunità di Massarosa sono infermi o impossibilitati a muoversi e desiderano confessarsi e fare la Comunione sono pregati di chiamare d. Michelangelo 3475436425.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

Categorie

Visite

Visite 3.206

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 115

Da una qualsiasi SERP 0

IP unici 475

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 22

Ieri 41