E’ Domenica (18-09-2022) – XXV Domenica del tempo ordinario anno c

COMMENTO AL VANGELO

Nella XXV domenica del Tempo Ordinario, il brano del Vangelo secondo Luca ci parla della ricchezza e lo fa a partire da una parabola che ad una prima lettura sembra paradossale. Il protagonista è un uomo a cui il padrone ha delegato l’amministrazione delle sue proprietà e che, disonestamente, fa la cresta sui guadagni del padrone. Chiamato a rendere conto del suo operato, l’amministratore ha la scaltrezza di pensare al suo futuro, quando sarà licenziato. Egli chiama i debitori del suo padrone e accorda loro uno sconto sulla cifra dovuta, in modo da costruire con loro un rapporto di amicizia.
L’operato dell’amministratore rimane disonesto, ma questa sua astuzia – forse per noi sorprendentemente – viene lodata. Gesù, infatti, vede in quell’iniziare a costruire relazioni con il prossimo un piccolo passo verso la strada giusta. La ricchezza accumulata illecitamente dall’amministratore non è più fine a sé stessa e dettata unicamente dalla cupidigia, ma c’è una prima apertura verso il prossimo. Anche se il miglioramento è piccolo, non passa inosservato a Gesù.
Il rapporto che ognuno di noi ha con i beni materiali (la “ricchezza disonesta”, in contrapposizione a “quella vera” del Regno di Dio) è importante per capire se anche noi ci stiamo muovendo o meno verso un miglioramento. Non si può, infatti, tenere i piedi su due staffe e servire Dio mentre il nostro cuore è appesantito dall’attaccamento ai beni materiali. Gesù con questo non condanna il possesso di beni in sé, bensì l’uso che se ne fa e l’importanza che rivestono nella nostra vita. Se la ricchezza diventa un idolo da cui si è ossessionati, è chiaro che non c’è spazio per Dio nel nostro cuore.

LIBERO TRA LE SBARRE

ll 16 settembre 2002 muore a Roma il cardinale Francois Xavier Nguyen Van Thuan, vescovo vietnamita, rinchiuso in carcere dal regime comunista per 13 anni (1975-1988) di cui 9 in isolamento, a causa della sua fede cristiana. La privazione della libertà non gli impedì di vivere da “libero tra le sbarre”, come recita il titolo di un suo libro. È proprio nelle ristrettezze a cui è sottoposto che emerge la forza della fede di un uomo disarmato. Ogni giorno celebra la Messa con tre gocce di vino e una di acqua, consacra un frammento di pane come ostia e riesce a fare arrivare l’Eucarestia ai carcerati nascosta nei pacchetti vuoti di sigarette. A nulla servono gli arcigni controlli a cui viene sottoposto, la testimonianza di amore a Gesù e di perdono verso i suoi aguzzini scava una breccia anche nel cuore degli agenti di custodia, che pure vengono sostituiti periodicamente per evitare pericolose “contaminazioni”. Più d’uno di loro chiede il Battesimo, molte le conversioni di detenuti che incontrano stupiti il suo volto gioioso. «La presenza dell’Eucaristia ha cambiato la prigione – scriverà dopo la liberazione -. La prigione che è luogo di vendetta, di tristezza, di odio era diventato luogo di amicizia, di riconciliazione e scuola di catechismo. La presenza di Gesù è irresistibile».
Articolo di Giorgio Paolucci Tratto da Avvenire del 16 settembre 2022

AVVISI
Sabato 17 settembre ore 18 a Massarosa consacrazione perenne al terz’ordine Francescano di Roberto Luzi
ore 19 nell’orto del prete grigliata con gli animatori Grest
Domenica 18 settembre ore 16 a Pieve a elici battesimi
Lunedì 19 – alle ore 21 a Piano del Quercione per preparare la festa della madonna del Buon Consiglio.
Martedì 20 settembre ore 21 a Bozzano Santa Messa in Colle: Corte Potini in preparazione alla festa della Madonna del Soccorso
alle 21 in canonica a Massarosa incontro sulla Parola di Dio della domenica.
Venerdì 23 settembre ore 21 a Bozzano serata con don Damiano Puccini missionario in Libano
Sabato 24 settembre Sabato 24 – in canonica incontro per i ministri degli infermi. Si ricorda che l’incontro è aperto a tutti coloro che ( giovani e adulti) intendono fare una visita alle persone inferme e ammalate della comunità.
ore 11 Pieve a Elici matrimonio
ore 16:30 Massarosa battesimi
ore 18 agli Sterpeti Santa Messa per festeggiare il 60° anniversario dei donatori sangue di Massarosa (non verrà celebrata la Messa delle 18 in parrocchia)
ore 20:30 a Bozzano Santa Messa alla Cascina
domenica 25 settembre ore 10 a Bozzano Santa Messa e benedizione degli automezzi
ore 18:30 a Bozzano Santa Messa e processione della Madonna del Soccorso

Coloro che nella comunità di Massarosa sono infermi o impossibilitati a muoversi e desiderano confessarsi e fare la Comunione sono pregati di chiamare d. Michelangelo 3475436425.

2022 18 settembre 2022 – clicca sopra per leggere il foglietto della domenica in formato pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

Categorie

Visite

Visite 3.223

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 115

Da una qualsiasi SERP 0

IP unici 479

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 39

Ieri 41